Holi's festival

HOLI FESTIVAL

Holi Festival è la festa induista della vittoria del bene sul male.

Ogni anno in India si festeggia il rituale religioso dell’ardere il male per seminare il bene.

In India nel periodo di luna piena, prima del solstizio di  Primavera, si svolge il rituale del fuoco che brucia il male dentro di noi, e la grande festa nelle strade dei colori, simbolo di rinascita e bene, l’Holi Festival.

Un rituale portafortuna per la nostra vita. Si indossano abiti colorati e si scelgono i colori delle spezie profumate per dipingere le mani e il viso con un piccolo gesto bene augurante, per seminare in noi la felicità.

Da Nord a Sud le persone si incontrano per il rituale induista in preghiera, davanti a un grande falò, dove bruciano i semi di orzo nuovi posti dentro una pentola. Il fuoco di Holika.

Mentre il fuoco brucia i semi la gente li mangia, e si fanno previsioni sui nuovi raccolti, su come andrà il nuovo anno, seguendo la direzione disegnata dalle fiamme del fuoco.

La leggenda narra che Prahlad, figlio del Re Hiranyakashipu, venerava il dio Vishnu e suo padre non sopportava il suo amore verso il Dio. Aiutato dalla sorella del re, Holika, tentarono di ucciderlo bruciandolo vivo. La zia si mise un mantello protettivo, ma questi si posò sul ragazzo a protezione, facendo morire la donna.

Da questa storia dunque ogni famiglia indiana accende piccoli fuochi la notte di luna piena prima della primavera, che si chiamano appunto Holi ka dahan. Esso simboleggia la vittoria del bene sul male.

L’uso del colore invece è legato alla storia d’amore tra il dio Krishna e la bellissima Radha, dalla pelle candida. Triste per il colore scuro della sua pelle Krishna decide di dipingersi la pelle di colori, per farsi amare da lei.

Il simbolo dell’ Holi Festival

Simbolicamente il fuoco è sia distruttore, Shiva, sia creatore di nuova vita. Distruggiamo il male dentro di noi, ardendo di passione nuova per la vita e ne conserviamo le ceneri ad auspicio di futura felicità nata dalla consapevolezza e dalla conoscenza acquisita.

Spesso in India si porta la cenere del fuoco rituale e i legni profumati bruciati nelle case, a protezione dai mali e dalle malattie.

La festa

Il giorno successivo poi al falò tutti scendono in strada per festeggiare con una miriade di colori, musica e canti la rinascita. Volano le gulal, polveri colorate, che si appoggiano sui corpi e i visi dei bambini, degli adulti e di tutto il mondo attorno alla festa.

I colori della vita

Festeggiamo insieme con una speciale lezione di Yoga martedì’ 10 Marzo alle 20 all’H20 Concept di Roma.

Semineremo nei nostri cuori un augurio per il nostro bene e coloreremo i nostri visi d’amore.

Per approfondire..
Articolo creato 23

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto