Yin Yoga primaverile

LA PRATICA YIN YOGA PRIMAVERILE

Oggi ho pensato di preparare una pratica di Yin Yoga per agire in profondità nel corpo e nella mente con la detossinazione: la pratica Yin Yoga primaverile. Spesso con l’arrivo della primavera le tossine accumulate in superficie si sommano a quelle più profonde, intrappolate da anni nei tessuti miofasciali. Risultato? Ci sentiamo stanchi, irritati e più inclini alle allergie e le tossine sciolte indeboliscono il fuoco gastrico. L’organo predominante infatti di questo periodo è il fegato, preposto a digerire le tossine.

Secondo la medicina ayurvedica la prima parte della primavera è caratterizzata dall’elemento Kapha, ovvero la tipologia di costituzione formata dall’unione dell’elemento acqua e terra, mentre la seconda parte è la stagione di Pitta, formato da fuoco e acqua. Vediamo la pratica di Yin Yoga primaverile.

Entrare nella consapevolezza

La prima parte di ogni pratica Yoga inizia con l’attenzione alla consapevolezza del qui ed ora. Sediamo in Siddhasana, la posizione comoda, appoggiamo le mani sulle ginocchia o in grembo, ruotiamo le spalle ed espiriamo con un lungo e liberatorio respiro. Buttiamo fuori con l’aria le tensioni corporee e mentali. Chiudiamo gli occhi ed ascoltiamo le densità del corpo. Semplicemente essere qui ed ora.

Piccola pratica Vipassana
Piccola pratica Vipassana

Piccola pratica Vipassana

I pensieri che arriveranno sono nuvole passeggere nel cielo calmo della nostra mente. Non identifichiamoci con essi, ma osserviamoli nascere e poi riportiamo l’attenzione al respiro lento e profondo. Iniziamo la pratica con Nadi Shuddhi, la respirazione a narici alternate che serve a equilibrare il respiro e le energie nel corpo.

Cosa significa purificare

La pratica Yin Yoga primaverile

ASANA 1. 5 Saluti al Sole A Utilizziamo la sequenza vinyasa per attivare l’energia sopita del corpo e per sentire più attivamente ogni zona corporea. Allunghiamo la colonna e creiamo spazio tra le vertebre.

La pratica Yin Yoga primaverile
Urdhva Hasta

Premessa. Tutte le posizioni dello Yin Yoga si tengono mantenendo la tensione muscolare al minimo, a differenza del Vinyasa. Respirazione dello Yin Yoga: Inspiro lentamente, poi trattengo a polmoni pieni qualche secondo, espiro lentamente lasciando andare meglio ogni resistenza.

Questo tipo di Pranayama stimola il sistema parasimpatico a rilasciare le tensioni e stimola gli ormoni del benessere, come l’ossitocina. Per questo la trattenuta di respiro, kumbhaka, è molto importante.

ASANA 2. Urdhva Hasta, la posizione radicata a terra. Radico le dita dei piedi sul tappetino, gambe tese, busto eretto e mani unite in alto. Il viso guarda le mani. Abbandono le tensioni muscolari ed inizio la Respirazione dello Yin Yoga. Mantengo l’Asana 3 minuti.

Virabadrasana

ASANA 3. Virabadrasana, la posizione del guerriero. Le gambe sono ben salde a terra, divaricate. Busto eretto, braccia distese e mani attive. Lo sguardo è alla punta delle dita delle mani. Inizio la respirazione dello Yin e mantengo per 3 minuti. Se le braccia diventano pesanti e comincio a sentire tensione le porto unite davanti al chakra del cuore.

Urdhva Dharunasana
Urdhva Dharunasana

ASANA 4. URDHVA DHARUNASANA, la posizione del ponte. Utilizza per questa posizione un mattonino da porre all’altezza del sacro se senti tensione a mantenerla. La posizione base è con le spalle a terra, mattoncino sotto il sacro e gambe divaricate con i piedi uniti. Manteniamo 3 minuti con la Respirazione dello Yin. Curiamo attentamente con l’inspirazione l’espansione dell’addome verso l’esterno. E’ una posizione che lavora molto con il plesso solare, centro emotivo, e il chakra del cuore.

Rilassamento finale pratica Yin Yoga primaverile

Concludiamo la pratica Yin con il rilassamento finale in Shavasana, distesi a terra completamente rilassati. Visualizziamo la colonna dal basso verso l’alto, e torniamo indietro, soffermandoci sui plessi: cervicale, brachiale, lombare e sacrale. La mente è calma e concentrata sul flusso di energia che si è attivato nel corpo, sulla sensazione di morbidezza ed elasticità corporea e mentale. Sorridiamo!

Ogni pratica Yoga richiede un corpo e mente sano ed equilibrato. Per qualsiasi controindicazione chiedete a noi insegnanti.

https://www.instagram.com/p/Bxo9kX3CGkP/?utm_source=ig_web_copy_link
Articolo creato 31

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto